Cavallo abbattuto dopo un incidente al Palio di Siena, protestano gli animalisti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Siena, lunedì 22 ottobre 2018

Sede della contrada per cui ha corso il cavallo Raol, abbattuto a seguito di un incidente durante il Palio

Il cavallo Raol, che ha corso sabato per la contrada della Giraffa il Palio straordinario per il centenario della fine della Prima guerra mondiale infortunandosi la zampa destra, è stato abbattuto ieri dopo che il ricovero alla clinica veterinaria Il Ceppo con relative cure, che ha seguito il primo soccorso sul posto, non ha portato ad alcun miglioramento; la notizia è stata diffusa dall'ENPA e confermata dal locale Comune.

Mentre l'ENPA ha annunciato di voler sporgere denuncia presso la locale Procura, la sua presidente, Carla Rocchi, ha dichiarato la propria contrarietà sia al Palio di Siena, manifestazione che considera strumento di marketing, che a qualsiasi manifestazione in cui possa essere messo a rischio concreto il benessere degli animali, auspicando per tutte l'abolizione, ricordando anche che il fantino di Raol è sotto indagine per la morte di un altro cavallo durante il Palio di Asti, affermazioni che sono state fatte anche da Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente e del Movimento Animalista, che ha anche ricordato il suo impegno politico per non far includere il Palio tra le manifestazioni patrimonio dell'UNESCO; Rinaldo Sidoli, segretario di Alleanza popolare ecologista, oltre a richiedere anch'egli la cancellazione del Palio e degli eventi dove è a rischio l'incolumità degli animali, dà i numeri dei cavalli morti a causa di incidenti durante la corsa del Palio di Siena, 50 dal 1970, di cui 8 dal 2000. Luigi De Mossi, sindaco della città, ha espresso anch'egli dispiacere per la morte di Raol ma ha respinto le critiche al mittente, bollandole come provocazioni per farsi pubblicità non conoscendo la cultura dietro l'evento.

Fonti[modifica]