Chiusure di canali lineari in Danimarca e non solo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 20 settembre 2018
Sia in Danimarca che altrove sono state annunciate chiusure di canali lineari, che comporteranno complessivamente lo spostamento di tre canali televisivi dai servizi lineari a quelli non lineari, la chiusura di tre radio e la fusione di due canali televisivi in uno solo.

In Danimarca a chiudere canali sarà DR, l'ente radio-televisivo di stato, a causa del taglio del budget del 20% dovuto alla decisione di non finanziare più l'azienda tramite il canone, presa a marzo; ciò, è stato annunciato ieri, porterà allo spostamento di DR3 e DR Ultra dalla televisione lineare a quella non lineare su Internet entro il 2020, alla fusione tra DRK, il canale culturale del gruppo, e DR2 e alla chiusura di tre radio, oltre alla perdita di 400 posti di lavoro. Preoccupazione è stata espressa dal direttore generale dell'UER Noel Curran, che teme che queste chiusure possano minare sulla capacità dell'azienda di offrire la stessa quantità di contenuti offerta finora.

A livello internazionale, invece, il canale Motorsport.tv ha annunciato sabato che cesserà tutte le trasmissioni lineari a partire da domenica prossima, continuando a proporre solo contenuti non lineari sul proprio sito; ciò sta comportando il licenziamento di numerosi dipendenti e le dimissioni di alcuni membri della dirigenza. La cessazione delle trasmissioni avverrà a livello globale e segue l'uscita sia dalla piattaforma Sky che da Canal +, avvenute già in passato.

Fonti[modifica]