Diplomi falsi nelle scuole palermitane

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Palermo, 3 febbraio 2006

In alcune scuole private vengono ritrovati diplomi falsi che sarebbero stati rilasciati ad alunni inconsapevoli del fatto.

Svolte le indagini sulla provenienza dei diplomi, sarebbero state arrestate 11 persone accusate di aver distribuito, dal 2001 a oggi, 150 documenti già usati, con modifiche correlate, e/o nuovi attestati falsi. Solo in un caso si è riscontrato che fosse stato corrotto il presidente della commissione d'esame.

Gli imputati sarebbero per lo più presidi degli istituti scolastici privati, mentre dichiarano di essere all'oscuro di tutto ciò gli alunni che ricevevano il diploma, nonostante avessero ottentuto dalla commissione d'esame un risultato negativo. I reati contestati di associazione per delinquere finalizzata alla falsità materiale commessa da pubblico ufficiale, contraffazione e alterazione di atti, uso di sigilli contraffatti, falsità ideologica, peculato e ricettazione.

Nelle scuole palermitane sospette, nell'anno 2003-2004, hanno conseguito il diploma anche degli studenti di Caltanissetta e Lodi e una decina di studenti milanesi. Anche i calciatori Luca Toni e Massimo Mutarelli si sono diplomati in quegli anni, entrambi con attestati regolari.

Fonti[modifica]