Donadoni è il nuovo commissario tecnico della nazionale italiana di calcio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

14 luglio 2006
Inizia con un giovane il dopo-Lippi: l'ex calciatore Roberto Donadoni, stella del Milan di Arrigo Sacchi, è stato chiamato a dirigere la nazionale di calcio italiana, prendendo la pesante eredità di Marcello Lippi, fresco campione del mondo. Il nuovo ct verrà presentato martedì prossimo in Federcalcio.

Donadoni, da calciatore, è da sempre abituato alle vittorie, perché ha vinto praticamente tutto: cinque scudetti, tre Coppe dei Campioni, due Coppe Intercontinentali, tre Supercoppe europee e quattro Supercoppe italiane. Ha giocato anche in America e negli Emirati Arabi Uniti, prima di abbandonare il campo da gioco e sedersi in panchina.

Come allenatore Donadoni non ha dato quei gran risultati che lo hanno distinto invece come calciatore: con il Genoa viene esonerato dopo 3 sconfitte consecutive, e allenando il Livorno raggiunge l'ottavo posto in classifica nel campionato 2005 prima di essere costretto a lasciare per incomprensioni con il presidente. Al momento dell'addio, il Livorno era sesto in classifica.

Fonti[modifica]