Dottor Miedico al Festival "Ville e Castella"

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

giovedì 15 giugno 2017
Il dottor Miedico, di recente passato agli onori delle cronache per la radiazione dall'albo dei medici dovuta alla sua posizione sui vaccini, è stato invitato al Festival "Ville e Castella", in principio patrocinato dal Consiglio della Regione Marche. Il dottor Miedico parteciperà al dibattito in programma dal nome "Vaccini, leggi, condizionamenti e industria farmaceutica. Proviamo a parlarne senza pregiudizi". Il dibattito si terrà il 15 luglio presso Sant'Andrea di Suasa.

La scelta del comitato organizzatore del Festival è stata oggetto di grandi scontri e polemiche.

In particolare, ha manifestato il suo disappunto il presidente dell'Assemblea legislativa regionale Antonio Mastrovincenzo che ha dichiarato:«Il mio dissenso nasce dal vedere esposte scelte, senza contradditorio, del tutto opposte allo sforzo che la Regione Marche sta facendo in tema di sanità pubblica e di vaccinazioni per il bene di tutta la comunità».

Allo stesso modo, il dott. Burioni, noto per la sua campagna sui media tradizionali e sui social network a favore dei vaccini e della corretta informazione scientifica, si è espresso duramente contro l'iniziativa, dichiarando:«Nel depliant di questa manifestazione patrocinata (e spero non finanziata) dalla Regione Marche (PD), che appare con il suo simbolo insieme alla provincia di Pesaro Urbino (PD) spicca una sviolinata celebrativa oltre ogni limite del consigliere regionale Talè (PD) che loda gli organizzatori e proclama la audacia organizzativa e la genialità' di questi due signori che invitano a parlare di vaccini medici radiati con infamia, ponendosi come fine quello di disinformare la popolazione su temi della massima importanza».

A seguito delle polemiche, il Consiglio della Regione Marche ha infine ritirato il proprio patrocinio morale alla manifestazione.

Fonti[modifica]