Europa League: il Napoli cade in Portogallo, Juve-Fiorentina in parità

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 14 marzo 2014

Giovedì 13 marzo 2014 si sono giocati gli incontri validi per l'andata degli ottavi di finale di Europa League.

Allo Stadio Vasil Levski di Sofia, va in scena la sfida tra il Ludogorec e il Valencia. La società bulgara è tra le squadre ancora imbattute nella competizione e gli spagnoli vogliono sfatare questo tabù: l'incontro va subito in discesa per gli ospiti, che passano al quinto con Barragán. Al 26' il capocannoniere del torneo Bezjak (L) sbaglia un calcio di rigore per fallo di Kéita (V) - espulso -, neutralizzato da Diego Alves (V), che si dimostra uno dei migliori estremi difensori del panorama mondiale. Cartabia (V), tra i giovani rivelazione del torneo, firma il 2-0 nonostante l'inferiorità numerica al 33'. Nella ripresa c'è gloria anche per Senderos (V), ex Milan, che realizza di testa il 3-0 che chiude definitivamente l'incontro. Nel finale Juninho Quixadá (L) è espulso.

In casa il Porto supera di misura il Napoli: l'incontro è deciso al 57' da una rete del gioiello colombiano Martínez che supera Reina con un tiro beffardo. A Basilea gli svizzeri ottengono uno 0-0 contro il Salisburgo, squadra tra le imbattute nel torneo e che in Europa League aveva sempre vinto: l'ultima sconfitta europea è del 6 agosto 2013, rimediata contro il Fenerbahçe (3-1) in Champions League. Ad Alkmaar l'AZ sconfigge l'Anži per 1-0: la sfida è decisa da un penalty trasformato rocambolescamente da Jóhannsson al 29'.

A Lione i padroni di casa ottengono una netta vittoria contro il Viktoria Pilsen: Hořava (V) illude i suoi, realizzando il vantaggio ceco al 3', ma Fofana pareggia fortunosamente al 12'. Nella ripresa i francesi dilagano con le reti di Lacazette, Mvuemba e ancora Fofana. A Londra colpaccio del Benfica che espugna il White Hart Lane per 3-1: Rodrigo (B) apre le marcature alla mezz'ora con un tiro preciso sul secondo palo, Luisão raddoppia di testa al 58', Eriksen accorcia le distanze al 64' con un calcio di punizione che gli vale il gol di giornata ma è ancora Luisão a fissare il punteggio sul 3-1 a 8' dalla fine sugli sviluppi di un calcio d'angolo sparando il pallone sotto la traversa.

La Fiorentina strappa un pareggio a Torino, contro la Juventus in un ottavo tutto italiano: Vidal (J) realizza il vantaggio al 3' per i padroni di casa ma Gómez (F), entrato nella ripresa, fa 1-1 al 79' battendo Buffon dopo aver superato due difensori avversari. L'andata del derby di Siviglia è vinto dal Real Betis per 0-2: Léo Baptistão e Salva Sivilla i marcatori.

Dopo nove giornate (le sei della fase a gironi più i sedicesimi e l'andata degli ottavi) Salisburgo, Fiorentina, Lione e AZ rimangono imbattute. Roman Bezjak (Ludogorec) è il capocannoniere della competizione con 6 gol.

Fonti[modifica]

  • «Matches»UEFA.com, 13 marzo 2014