Europa League: vince la Fiorentina, pareggia la Lazio. Entrambe già agli ottavi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 13 dicembre 2013

Sono stati giocati ieri i ventiquattro incontri validi per la sesta giornata della fase a gironi dell'Europa League. Oltre alle già qualificate Valencia, Ludogorec, Esbjerg, Salisburgo, Fiorentina, Dnipro, Tottenham, Rubin Kazan', Eintracht Francoforte, Genk, Olympique Lione, Trabzonspor, Lazio, Anži, AZ e PAOK in questo turno ottengono l'accesso al turno successivo anche Swansea City, Čornomorec' Odessa, Maribor, Maccabi Tel Aviv, Dinamo Kiev, Siviglia, Slovan Liberec e Real Betis.

Nel primo girone è vana la vittoria del San Gallo contro lo Swansea City per 1-0 (decide Mathys), perché gli svizzeri erano già eliminati mentre lo Swansea City era già qualificato ai sedicesimi. Valencia-Kuban' si conclude 1-1: Melgarejo (K) risponde all'iniziale vantaggio di Paco Alcácer (V). Nel finale Víctor Ruíz (V) viene espulso.

Continuano a vincere gli imbattuti bulgari del Ludogorec che vincono per 2-1 a Zagabria contro la Dinamo: in gol Dani Abalo (L), Čop (D) e Bezjak (L). Il PSV subisce una sconfitta di misura in casa contro il Čornomorec': Dja Djedjé marca la rete dell'1-0 per gli ucraini. Sito Riega (Č) è espulso nel finale.

Il Salisburgo vince il proprio girone a punteggio pieno: netto il successo ottenuto sull'Esbjerg (reti di Mané, Kampl e ancora Mané) mentre l'Elfsborg vince a Liegi contro lo Standard: in rete Mbombo (S), Nilsson (E), ancora Nilsson (E) e Beckmann (E).

Il Rubin Kazan' vince a Brugge contro lo Zulte Waregem: in gol Natkho e Rondón. A Maribor gli sloveni sconfiggono il Wigan (2-1) che esce dal torneo. La partita si accende al 41' quando Jordi Gómez realizza il vantaggio ospite. Non passa un minuto e McCann (W) viene espulso e Mezga (M) sigla il pari ribattendo in rete la respinta su calcio di rigore. Nella ripresa Filipović (M) chiude il match realizzando il miglior gol di giornata. Al 75' Mertelj (M) ottiene un cartellino rosso, e l'incontro finisce in dieci contro dieci.

Nel gruppo E la Fiorentina batte in rimonta il Dnipro: Konopljanka porta in vantaggio gli ospiti ma gli italiani ribaltano il punteggio con i gol di Joaquín e Cuadrado. Pandurii-Paços Ferreira finisce a reti bianche (espulso André Leão nelle file del Paços Ferreira).

Schröck e Djakpa regalano il successo all'Eintracht Francoforte sull'APOEL. Il Bordeaux chiude il girone al quarto posto perdendo anche contro il Maccabi Tel Aviv: Zahavi trasforma il penalty che decide l'incontro dopo l'espulsione di Chalmé.

Nel settimo raggruppamento si registrano le vittorie di Genk (1-0 al Thun, decide Vossen) e della Dinamo Kiev che rimonta il Rapid Vienna. A Kiev vanno a segno Boyd (R), Lens (D), Husjev (D) e Miguel Veloso (D). Con questa vittoria gli ucraini si assicurano il passaggio del turno.

Nel girone più combattuto della competizione Siviglia e Slovan Liberec conquistano l'accesso ai sedicesimi all'ultima giornata ottenendo due successi esterni: gli spagnoli vincono a Friburgo (0-2) e i cechi ottengono i tre punti a Estoril (1-2). In Germania segnano Iborra e Rusescu mentre in Portogallo vanno in gol Šural (S), Rabusic (S) e Sebá (E).

Il Lione vince 2-1 a Guimarães contro il Vitória: Tómané porta in vantaggio i portoghesi, rimasti in dieci al 62' per l'espulsione inflitta a Pedro Correia. Gomis fa l'1-1 su rigore e pochi minuti dopo Ferri realizza il 2-1 per i francesi. A Siviglia Real Betis-Rijeka finisce 0-0.

Nel girone J Lazio-Trabzonspor si conclude 0-0. In Cipro Apollon-Legia Varsavia finisce 0-2: a segno Jodłowiec e Brzyski. Due espulsioni per parte: al 69' l'arbitro estrae il rosso a Salgoy (A) e a Bereszynski (L).

Al White Hart Lane di Londra sale in cattedra Soldado, protagonista del match contro l'Anži e autore di una tripletta: la sua prestazione consente agli Spurs di chiudere il girone a 18 punti. Le altre reti sono firmate da Ewerton (A) e da Holtby (T). A Tiraspol lo Sheriff infligge un 2-0 al Tromsø: le reti sono segnate da Cadú e da Isa.

Nel girone L infine, il Maccabi Haifa s'impone in rimonta per 2-1 sullo Shakhtyor Karagandy: in gol Cañas (S) su rigore, Gozlan (M) e Abuhatzira (M). 2-2 tra PAOK ed AZ a Salonicco: vanno a segno Lam (A), Lucas (P) su rigore, Gorter (A) su rigore e Pozoglou (P).

Dopo sei giornate Ludogorec, Salisburgo, Rubin Kazan', Fiorentina, Genk, Siviglia, Lione, Trabzonspor, Lazio, Tottenham, AZ e PAOK rimangono imbattute; tra queste solamente Salisburgo e Tottenham hanno vinto tutte le partite finora disputate.

Defoe e Adın sono i capocannonieri della competizione con 5 gol.

Fonti[modifica]

  • «Matches»UEFA.com, 12 dicembre 2013