Eurovision Song Contest 2021: prime conferme

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 19 marzo 2020
In seguito alla cancellazione dell'Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19 si sta iniziando a prendere decisioni in merito alla prossima edizione, che come sostenuto dall'UER slitterà a maggio 2021.

Effettivamente dopo appena un giorno non è ancora "stato deciso nulla" per così dire, ma si iniziano a conoscere alcuni dettagli della prossima edizione, oltre che gli scogli da oltrepassare, primo fra tutti la sede dell'evento; infatti non è detto che la manifestazione verrà ospitata da Rotterdam, anche se a quanto pare il sindaco della città, Ahmed Aboutaleb, non vorrebbe lasciarsi scappare l'occasione, come testimonia una lettera inviata al consiglio comunale della città. Le emittenti organizzatrici, AVROTROS, NPO e NOS, e l'UER sono attualmente in contatto con la città per fare in modo che la manifestazione si tenga nella città olandese.

Secondo problema riguarda i 41 artisti selezionati per partecipare alla manifestazione di quest'anno. Alcune emittenti hanno già annunciato e confermato che i rappresentanti selezionati, se vorranno, potranno rappresentare il proprio paese nel 2021. È altamente improbabile che i brani siano gli stessi, basandosi sul regolamento della manifestazione, che non accetta brani pubblicati prima di una certa data, normalmente inizio settembre dell'anno precedente a quello della manifestazione.

Nel dettaglio:

  • HRV il cantante croato Damir Kedžo ha sostenuto sul proprio account Instagram di essere pronto a rappresentare il proprio paese il prossimo anno, tuttavia l'emittente croata HRT non ha né confermato né smentito tale affermazione;
  • GEO l'emittente georgiana GPB ha confermato che Tornik'e Kipiani rappresenterà la Georgia all'Eurovision 2021;
  • GRC tramite OGAE Grecia l'emittente ERT ha confermato che anche Stefania Liberakakis verrà mantenuta come rappresentante del paese;
  • NLD anche i padroni di casa hanno confermato che Jeangu Macrooy avrà l'occasione di difendere la propria bandiera nel 2021;
  • ESP in una dichiarazione rilasciata all'emittente spagnola RTVE, Blas Cantó ha lasciato intendere l'interesse di rappresentare il regno iberico all'Eurovision 2021;
  • UKR l'Ucraina ha confermato che il gruppo Go_A, vincitore del Vidbir 2020, verrà mantenuto come rappresentante della nazione all'Eurovision 2021; incerto invece è il destino della selezione nazionale, organizzata dal 2016 con l'emittente privata STB e il cui contratto è scaduto proprio quest'anno; infatti l'emittente pubblica ucraina deve ancora decidere se rinnovare o meno tale partnership.

Sfortunatamente invece Svezia ed Estonia hanno confermato che sia le Mamas, vincitrici del Melodifestival 2020, che Uku Suviste, vincitore dell'Eesti Laul 2020, non avranno la possibilità di essere mantenuti automaticamente come rappresentanti delle rispettive nazioni per il prossimo anno, anche se naturalmente non gli sarà preclusa la possibilità di partecipare alle due manifestazioni musicali, che da anni selezionano i rappresentanti eurovisivi.

Fonti[modifica]