Formula Uno: Gran Premio d'Australia 2010. Button torna alla vittoria

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 28 marzo 2010

Prima vittoria stagionale per Button e la McLaren-Mercedes

Jenson Button torna a vincere nel Gran Premio d'Australia, precedendo Robert Kubica e Felipe Massa.

La gara parte sotto la pioggia. Al via Sebastian Vettel mantiene la testa, mentre Massa sfreccia in seconda posizione. Button tocca Alonso, facendolo andare in testacoda, che a sua volta va a toccare Michael Schumacher, costretto a rientrare ai box per sostituire l'alettone anteriore. Sempre nel primo giro, Kamui Kobayashi perde l'alettone anteriore, andando a colpire Sébastien Buemi e Hulkenberg. A causa di questo incidente la safety car entra in pista per qualche giro. La pioggia cessa presto e i piloti montano le gomme da asciutto al 9° giro, eccetto Button che ha anticipato la mossa al 7°. Azione inizialmente sembrata azzardata ma che poi paga: infatti si ritrova secondo alle spalle di Vettel. Intanto dietro Mark Webber, che ha cambiato le gomme un giro più tardi degli altri, rimonta insieme a Lewis Hamilton. Entrambi in un duello con Massa, dopo averlo passato entrambi, si toccano e finiscono fuoripista, rientrando dietro Massa, che però viene ripassato da Hamilton pochi giri dopo.

Al 27° giro il colpo di scena: Vettel, saldamente al comando, è costretto al ritiro dopo essere finito nella ghiaia a causa della rottura dell'impianto frenante. Button passa quindi al comando, incrementando poi il suo vantaggio sugli avversari. Nel finale di gara i primi quattro (Button, Kubica, Massa e Alonso) non cambiano le gomme e Hamilton e Webber rinvengono rapidamente sulla Renault del polacco e sulle due Ferrari. Nel duello, Hamilton tenta il sorpasso da Alonso, che chiude la porta, rallentando Hamilton che viene tamponato da Webber: l'inglese riparte dopo un testacoda, mentre l'australiano è costretto ai box per la sostituzione dell'alettone anteriore. Quindi Button vince davanti a Kubica, che ha costruito la sua gara soprattutto con un'ottima partenza, Massa, Alonso, Nico Rosberg, Hamilton (che ha perso la posizione dal tedesco a seguito del testacoda), Vitantonio Liuzzi, Rubens Barrichello, Webber (rientrato in nona posizione dopo il pit stop) e Schumacher.

Alonso mantiene la testa del mondiale con 37 punti, con 4 punti di vantaggio su Massa e 6 su Button. Nella classifica costruttori la Ferrari mantiene la testa con 70 punti, con 16 punti di vantaggio sulla McLaren e 41 sulla Mercedes.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Gran Premio d'Australia 2010.