G8 2009: il Governo sposta a L'Aquila il summit dei grandi della Terra

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 23 aprile 2009

Oggi si è tenuto, per la prima volta nella storia, un Consiglio dei Ministri in Abruzzo. Il Governo, presieduto dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, oltre allo stanziamento immediato di 8 miliardi di euro per le zone colpite dal sisma, ha approvato una decisione inattesa, annunciata alla stampa direttamente dal premier: il G8 che si doveva tenere alla Maddalena, in Sardegna, è stato spostato all'Aquila.

Il Presidente Berlusconi ha aggiunto che, oltre a essere un atto dovuto nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto, questa azione sarà anche un mezzo con il quale verranno risparmiati 220 milioni di euro, che dovranno essere interamente destinati alla ricostruzione dell'Aquila e della provincia. Inoltre, continua il primo ministro, i no-global non avranno coraggio di colpire una città già ferita dal sisma, dunque non ci dovrebbero essere problemi di ordine pubblico.

Il summit del G8[modifica]

Il summit del G8 consiste in una riunione dei 7 leader dei rispettivi paesi più industrializzati della Terra più la Russia. La prima assemblea ufficiale dei paesi più industrializzati si tenne nel 1975 in Francia, con la riunione dei sei paesi maggiormente sviluppati.

Il summit si allargò poi al Canada (1976) e alla Russia (1997) e, ad oggi, i paesi membri del G8 assommano il 58,4% del PIL mondiale mentre costituiscono solamente il 13,1% della popolazione mondiale. Gli stati membri sono, in ordine di importanza: Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Canada e Russia. Nel 2009 alla presidenza del G8 vi è l'Italia e per tale ragione ogni riunione, oltre a quella generale e conclusiva dei capi di stato, si svolgerà sul suolo italiano. Certamente, l'assemblea che si terrà a luglio e che è stata spostata all'Aquila, è considerata la principale e la più determinante.

Fonti[modifica]