Galles: la scomparsa della piccola April Jones

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 12 ottobre 2012

April Jones è una bambina di cinque anni di Machynlleth, Galles, che è scomparsa lunedì 1 ottobre 2012 intorno alle ore 19.30, mentre giocava con la sua bicicletta a circa 400 metri da casa. Alcuni bambini che stavano giocando con lei hanno affermato di averla vista per l'ultima volta mentre saliva su un furgoncino.

Un'immagine del fiume Dyfi. Le ricerche sono concentrate sulla sua riva.

Nella giornata di martedì 2 ottobre 2012 è stato fermato l'ex soldato Mark Bridger, di 46 anni, il quale, in possesso di una Land Rover Discovery di colore blu, sembrava corrispondere all'identikit fornito dai bambini. Nei giorni successivi sono arrivate diverse testimonianze di alcuni abitanti di Machynleth, i quali avrebbero avvistato Bridger aggirarsi con il suo furgoncino nei pressi dell'abitazione della famiglia Jones.

Il canale televisivo britannico Channel 4 ha fornito agli inquirenti un fotogramma che ritrae un uomo che potrebbe essere Mark Bridger lungo la riva del fiume Dyfi. Alcuni contadini della zona hanno confermato di averlo visto intorno alle ore 9.30 di martedì 2 ottobre nei pressi del fiume con un grande sacco nero.

Arrestato nel primo pomeriggio, a circa quindici ore dalla scomparsa di April, è stata disposta la custodia cautelare presso il carcere di Manchester, con l'accusa di sottrazione di minore. La Polizia britannica ha avuto tempo fino alle ore 16.40 di venerdì 5 ottobre per formulare tutte le accuse e decidere se prolungare la custodia cautelare. Il giorno seguente è stato reso noto che Bridger sarebbe rimasto in carcere, accusato anche di omicidio, occultamento di cadavere ed intralcio alle indagini.

L'uomo è apparso davanti alla Corte di Giustizia di Aberystwyth l'8 ottobre e l'11 ottobre in videoconferenza davanti a quella di Caernarfon. Qui stato confermato dai Magistrati che rimarrà in galera fino a gennaio 2013, in attesa di fissare la data del processo.

Giovedì 11 ottobre è emerso che Mark Bridger è parente alla lontana della famiglia Jones: l'uomo ha avuto due figlie con la sorella dell'ex moglie del padre di April. Le due sorellastre della bambina scomparsa, Hazel ed Abby, sono nate negli anni novanta dall'unione di Paul Jones -padre di April- e la signora Griffiths. L'uomo accusato dell'omicidio di April è dunque lo zio acquisito delle sue sorellastre. Intanto, mentre gli inquirenti e le squadre speciali continuano a cercare il corpo di April Jones, concentrandosi sulla riva del fiume Dyfi, la cittadina di Machynlleth mostra solidarietà addobbando di nastri rosa le abitazioni, allestendo lanterne e liberando nell'aria palloncini, al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica affinché le ricerche continuino.

Fonti[modifica]

Wikipedia

Wikipedia in lingua inglese ha una voce su Murder of April Jones.