Giochi olimpici 2016: Aurelie Muller squalificata nei 10 km di nuoto, salto in classifica per Italia e Brasile

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 15 agosto 2016
La penultima competizione di nuoto di questi Giochi, i 10 km femminili, ha avuto un brutto epilogo per la francese Aurelie Muller: è stata squalificata dalla giuria per aver volontariamente ostacolato l'italiana Rachele Bruni nella fase del tocco finale sulla piastra del cronometro. Sembra incredibile giocarsi ben 10 km di nuotate per un inezia del genere, ma è palesemente accaduto. Aurelie Muller cede quindi il suo secondo posto a Rachele Bruni e consente alla brasiliana Poliana Okimoto, arrivata quarta, di salire sul podio con la medaglia di bronzo.

Vista di Copacabana e la sua spiaggia

Per il resto la gara si è svolta regolarmente tra i nuotatori, anche se la partenza è avvenuta "direttamente nell'oceano" della spiaggia di Copacabana, a causa del crollo nelle settimane scorse del pontile allestito appositamente per i Giochi.

Ad arrivare prima è la nuotatrice dei Paesi Bassi Sharon Van Rouwendaal in 1h56'32,1". A parte la francese, arriva poi in 1h56'49"5 l'italiana Rachele Bruni, seguita subito dopo dalla brasiliana Poliana Okimoto che conclude in 1h56'51"4.

Solo le ultime due atlete, la portoghese Vania Neves e l'egiziana Reem Mohamed Hussein Elsayed Kassem, chiudono in oltre 2 ore.


Olympic rings without rims.svg
Segui lo Speciale dedicato ai Giochi della XXXI Olimpiade!
Wikinews-logo.svg


Fonti[modifica]