Giorgio Parisi vince il Premio Nobel per la Fisica 2021

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 5 ottobre 2021

Il fisico teorico Giorgio Parisi è stato insignito del Premio Nobel per la Fisica 2021

« per la scoperta dell'interazione tra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica a quella planetaria. »

Le ricerche cui fa riferimento l'Accademia delle Scienze di Svezia si riferiscono ad articoli pubblicati tra il 1979 e i primi anni Ottanta relativi al vetro di spin, una particolare lega metallica in cui gli atomi di ferro sono casualmente mescolati all'interno di una griglia di, ad esempio, atomi di rame.

Questo è un tipo speciale di lega metallica in cui gli atomi di ferro, ad esempio, sono mescolati casualmente in una griglia di atomi di rame. A causa della presenza degli atomi di ferro, il materiale cambia le sue proprietà magnetica. Ognuno degli atomi di ferro si comporta come un piccolo magnete, influenzato dagli altri atomi di ferro vicini. In un magnete usuale tutti gli spin puntano nella stessa direzione, ma in un vetro di spin alcune coppie puntano nella stessa direzione, altre in quella opposta. Parisi, nel 1979, mostrò come l'uso di una particolare tecnica matematica, il replica trick, permettesse di risolvere il problema del vetro di spin.

L'altra metà del premio è stata assegnata a Syukuro Manabe e Klaus Hasselmann

« per i contributi innovativi alla comprensione dei sistemi complessi. »

Fonti[modifica]

Scienza e tecnologia