Giudice rifiuta di fare le udienze senza Menorà ebraica a fianco del Crocefisso

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

3 giugno 2005

Il giudice di Camerino, Tosti, si è rifiutato di proseguire le udienze se non gli sarà consentito di esporre la Menorà ebraica accanto al Crocefisso nell'aula del tribunale, affermando che la presenza del solo crocifisso costituisce una discriminazione.

Il giudice è stato rinviato a giudizio per interruzione di pubblico servizio e sarà giudicato il 7 giugno dal Procuratore dell'Aquila.

Già nei tempi precedenti la presenza dei crocefissi nei luoghi pubblici, specie nelle aule scolastiche aveva suscitato vistose polemiche. Ancora non risolto poi è il problema dei crocefissi presenti nelle aule scolastiche dove si svolgono le votazioni. Tema che potrebbe ben presto diventare d'attualità in occasione dei Referendum sulla procreazione assistita.

Fonti[modifica]