Gran Bretagna: Alta corte riconosce a 13enne il diritto di rifiutare le cure

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 11 novembre 2008

Scale of justice 2.svg

La Corte Suprema del Regno Unito, in Gran Bretagna, ha deliberato oggi a favore del diritto di morire con dignità chiesto da una tredicenne.

La ragazza, malata terminale, aveva deciso di rifiutare un intervento chirurgico di trapianto del cuore che l'ospedale voleva imporle. Gli effetti collaterali dell'intervento sarebbero però stati gravi, debilitandola e costringendola a cure per il resto della propria vita.

I giudici britannici, dopo aver accertato l'irremovibilità della scelta della giovane, hanno quindi riconosciuto alla stessa il morire con dignità, esentandola dall'operazione.

Fonti[modifica]