Il Kenya conferma il primo caso di influenza suina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 3 luglio 2009

Bandiera del Kenya

Uno studente di medicina britannico è diventato il primo caso confermato di influenza dei maiali in Kenya, nell'Africa orientale. Lo studente, che era in un gruppo di 33 persone, era in Kenya per assistere ad una serie di eventi medici nella provincia di Nyanza.

L'intero gruppo è attualmente in quarantena nell'hotel in Kisumu dove alloggiano, mentre proseguono le analisi. Un secondo caso sospetto ha coinvolto una donna keniana appena arrivata dall'India che è stata messa in isolamento all'ospedale statale di Kenyatta nella capitale Nairobi in attesa dei risultati di laboratorio.

Durante il fine settimana c'è stato panico nel capitale poiché circolavano degli SMS che avvertivano la gente di rimanere alla larga dal Sarit centre, un centro commerciale molto popolare dove è stato rilevato un altro caso sospetto. Il risultato del test sul paziente è, tuttavia, risultato negativo al virus H1N1.

Il Kenya ha mantenuto forti legami con la Gran Bretagna da quando ha guadagnato l'indipendenza nel 1962, e infatti ci sono regolarmente voli diretti a Londra. Si sono però sviluppati timori che l'alta stagione turistica che comincia questo mese e finirà a settembre sarà influenzata avversamente proprio mentre infuria la recessione globale: il settore del turismo deve ancora recuperare completamente dopo che il paese finì quasi in una guerra civile a seguito di un'elezione generale di due anni fa, che ha forzato la comunità internazionale ad intervenire.

Una epidemia di colera che ha provocato la morte di almeno 80 persone da marzo ha ulteriormente esasperato la situazione ed ha portato un clima di maggior paura.

Negli ultimi anni il Kenya ha ricevuto tantissimi turisti la maggior parte dei quali diretti a Kogelo, nella provincia di Nyanza, per visitare l'antica casa e la famiglia del padre dell'attuale presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, dalla quale si sta pensando di ricavare un museo in suo onore. Ciò ha reso la regione estremamente suscettibile alla corrente pandemia influenzale.

Fonti[modifica]


Wikinews
Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di Kenya confirms first swine flu case, pubblicato su Wikinews in inglese.