Il diciassettenne Schiffmann rifiuta 8 milioni per il suo sito sul COVID-19

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 20 maggio 2020

« Non sono uno speculatore, non voglio approfittarne. In realtà ho altri piani per il mio futuro »

Ha rifiutato un'offerta di lavoro da parte di Microsoft e diverse offerte milionarie di insertori pubblicitari. È Avi Schiffmann, diciassettenne creatore del sito ncov2019.live, volto a riportare l'andamento del COVID-19 in tutti i Paesi del mondo. «Non sono uno speculatore, non voglio approfittarne. In realtà ho altri piani per il mio futuro» dichiara, decidendo di mantenere il sito privo di pubblicità, sostenuto esclusivamente dalle donazioni comparabili al costo di un caffè.

[EN]
« Thank you all for supporting me to help keep the site ad-free forever. There will never be any unwanted sponsorships, pop-ups, referral links, or advertisements of any kind. You have my promise about that, and I thank every single one of you for your kofi donations and support! »
[IT]
« Grazie a tutti per avermi supportato a tenere il sito privo di pubblicità. Non ci saranno mai sponsorizzazioni non volute, pop-up o link affiliati o pubblicità di ogni tipo. Avete la mia promessa su questo, e ringrazio ogni singolo di voi per i caffè offerti e il supporto! »
(Avi Schiffmann in un tweet)

Studente nell'università di Washington, ha creato il sito assieme al suo amico Daniel Conlon, il quale ha curato la parte grafica. Attualmente, riporta più di 30 milioni di visitatori giornalieri e oltre 700 milioni di visitatori unici. Secondo Schiffmann, siti del genere dovrebbero essere creati dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), e non da «un ragazzino a caso».

Fonti[modifica]