Il giudice che ha condannato Lula sarà ministro della Giustizia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

2 novembre 2018

Sergio Moro, magistrato simbolo della maxi inchiesta anti corruzione Lavajato e famoso per aver condannato il popolarissimo presidente Luiz Inácio da Silva (Partito dei Lavoratori), sarà il superministro di giustizia, sicurezza e controllo fiscale.

Reazioni[modifica]

"La mia missione è combattere la corruzione che domina la vita politica brasiliana, non avrebbe senso passare dall’altra parte": questo diceva Moro nel 2016 al quotidiano "Estado de Sao Paolo". Recentemente sembra però aver cambiato idea: "Ho accettato questo incarico perché mi è stato assicurato che la lotta alla corruzione e al crimine organizzato sarà un elemento centrale del nuovo esecutivo".

Fortissime le reazioni da parte dell'opposizione. La difesa di Lula non ci sta e nell'immediato futuro chiederà l’annullamento del processo per presunta parzialità del giudice.

Fonti[modifica]