In Austria e Germania la Champions League sarà visibile solo a pagamento dalla stagione 2018/19

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

mercoledì 14 giugno 2017

Logo della competizione calcistica

Per la prima volta nella storia televisiva austriaca e tedesca la Champions League sarà visibile solo a pagamento: Sky Deutschland (che opera anche in Austria) ha, infatti, acquisito i diritti di trasmissione esclusivi su tutte le piattaforme per le edizioni 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021, sotto-licenziando parte dei diritti OTT a Perform Group, che potrà così trasmettere alcune partite sulla propria piattaforma DAZN; i dettagli finanziari non sono stati svelati ma si ipotizza una spesa complessiva di circa €600.000.000.

Le reti pubbliche ORF e ZDF, che attualmente trasmettono alcune partite in chiaro, non hanno acquisito i diritti per il prossimo triennio e, pertanto, non potranno più trasmetterle nel triennio successivo; la legge tedesca, comunque, impone la trasmissione della finale in chiaro laddove una o entrambe le squadre che la giocano siano tedesche, ma non è stato ancora deciso se la partita possa essere trasmessa su Sky Sport News, canale in chiaro del gruppo, o essere trasmessa su un altro canale tramite accordi di sotto-licenziamento dei diritti televisivi.

Fonti[modifica]