Intervista a Gianola Nonino

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search
 
Wikipedia20 custom mark.svg

Intervista per i 20 anni di Wikipedia, l'enciclopedia libera


Wikinotizie per i 20 anni di Wikipedia è lieta di presentarvi un'intervista a Gianola Nonino. L'imprenditrice, che ha internazionalizzato la grappa, ha accolto il nostro invito a rispondere ad alcune domande, elaborate da Ferdi2005 e Bramfab, sulla sua esperienza con Wikipedia, e il suo giudizio su di essa.

W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svgQuando Lei si è imbattuto/a per la prima volta in Wikipedia? Per quale motivo?

Sono circa 8 anni che ho “scoperto” wikipedia e mi ha subito colpito la grande opportunità che la comunità Wikipedia dava alla circolazione di una comunicazione libera e orizzontale. [...] Ho avuto modo di conoscere personalmente Michel Serres celebrato con il Premio Nonino a un Maestro del nostro Tempo 2014 e di leggere con maggior attenzione il suo magnifico saggio Non è un mondo per vecchi (ed. Bollati Boringhieri) in cui si evince in modo chiarissimo come l'informazione non sia tutta la conoscenza , ma certamente sia di grande stimolo per coloro che vogliono ricercare e alimentare la propria conoscenza. Wikipedia grazie alla sua facilità di consultazione, grazie alla sintesi e grazie all’essere una informazione "indipendente" è uno strumento molto utile di cui spesso mi avvalgo prima di approfondire l’argomento ricercato. In questo modo sono diventata una utilizzatrice abitudinaria.

W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svgDopo di che, col passare degli anni, come è cambiata la sua confidenza con l'enciclopedia? È rimasta invariata o ne è diventato un utilizzatore abitudinario?
W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svgHa mai modificato delle pagine di Wikipedia o avuto la tentazione di farlo? Come è andata?

Si ho provato a farlo con l’aiuto di mie nipoti che sono più abili di me con il web e l’ho fatto per arricchire le informazioni sulla Nonino che praticamente non ci sono, [...] inserendo nelle diverse pagine informazioni supportate da autorevoli testimonianze quali The New York Times, Wine spectator, London School of Economics Review , Corriere della sera, La Repubblica etc ma a distanza di un giorno sono state tutte cancellate dalla Vs. struttura.

W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svgCome valuta l'impatto che Wikipedia ha avuto nel suo ambiente di lavoro/studio?

Ha certamente reso la ricerca di informazioni molto veloce. Ovviamente a mio parere è fondamentale approfondire ulteriormente anche attraverso altre fonti, quanto più possibilmente autorevoli per l’argomento.

W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svg Wikipedia è nata e cresciuta senza una redazione e senza direttori, in opposizione alle maggiori enciclopedie cartacee e anche all'Encyclopédie, di d'Alembert e Diderot, eppure il suo successo sembra dimostrare che questa modalità di scrivere un'enciclopedia sia quello che consenta maggiormente di raggiungere l'obiettivo di aggregare il sapere dell'umanità. Cosa ne pensa a riguardo?

Credo sia un bell'esempio delle opportunità e dell’impatto che può offrire la rivoluzione digitale, dando a tutti la possibilità di creare e pubblicare contenuti propri ed essere partecipe di una comunità on line il cui scopo tutti speriamo sia quello di crescere nella capacità di conoscere e di condividere questo anelito, ma deve essere chiaro a tutti che per raggiungere questo ambizioso obiettivo è indispensabile stimolare e accrescere il proprio giudizio critico, cercando varie fonti, diversi confronti e allora sì si può diventare persone libere e consapevoli.

W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svgHa letto la sua biografia scritta in Wikipedia? Cosa ne pensa?

Ho constatato che non viene data alcuna notizia sul lavoro mio, di mio marito della nostra famiglia a cui si deve [...] la rivoluzione della Grappa da Cenerentola a Regina dei Distillati. [...] Per questo devo ammettere che sono molto dispiaciuta!

W@H waves left.svgWP20W@H waves right.svg Cosa ne pensa di un possibile futuro senza testi cartacei, in cui la conoscenza sia trasmessa gratuitamente, soltanto digitalmente su testi liberamente modificabile?

Il digitale deve fare la sua parte ma sinceramente spero che il fascino della carta e del libro non ci abbandoni mai!

{{pubblicato}}