Italia: torna a casa Alberto Zabbialini, scomparso di casa a maggio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 6 agosto 2007
Alberto Zabbialini, il giovane bresciano scomparso di casa il 13 maggio scorso e localizzato già dai primi giorni dopo la sua scomparsa nell’entroterra del Ponente ligure, ha dato notizie di sé dopo tre mesi di assenza ed è tornato a casa.

Zabbialini, 28 anni, si era allontanato di casa in quanto, a causa di un’analisi clinica errata, riteneva di essere affetto da una malattia, peraltro curabile (una forma non cruenta di HPV, papilloma virus agli organi genitali). L’ultimo segnale certo della sua posizione risaliva al giorno della sua scomparsa, quando la sua utenza cellulare fu tracciata presso un ponte radio in provincia di Piacenza. Al momento in cui il veicolo di Zabbialini fu ritrovato nei pressi di Vado Ligure (SV), la famiglia era già stata informata dallo studio medico che le analisi effettuate sullo scomparso erano errate.

Del caso si occupò anche la trasmissione televisiva di Rai Tre Chi l’ha visto?: nel corso della stessa, si diede anche notizia del ritrovamento di un corpo che, tuttavia, le indagini di polizia e medico-scientifiche rivelarono non corrispondere a quello di Alberto Zabbialini. Secondo quanto riporta il quotidiano la Repubblica, Zabbialini avrebbe comunicato alla sua fidanzata, Simona, il suo ritorno, e questa sarebbe andata a prenderlo alla stazione centrale di Milano, per poi riaccompagnarlo a Brescia.

Fonti[modifica]