Vai al contenuto

Kenya, cittadina italiana tratta in salvo dalla polizia locale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

giovedì 29 dicembre 2022

Una cittadina italiana, in possesso anche del passaporto statunitense, è stata liberata dalla polizia locale keniana a seguito del rapimento da parte di alcuni individui ritenuti possibili terroristi. Al momento del rapimento, la donna si trovava vicino alla cittadina Witu, lungo la costiera keniana, a circa 250 chilometri dal confine con la Somalia, ed i sospetti terroristi della milizia di Al-Shabab avevano inscenato un finto posto di blocco fin quando non hanno incontrato la polizia, da qui lo scontro a fuoco, la fuga dei miliziani nelle foreste e la scoperta da parte delle forze dell'ordine di quattro persone prese in ostaggio. Sono stati rinvenuti anche i corpi di due persone, uccise dalla milizia.

Fonti[modifica]