Kirghizistan: un Boeing 737 si schianta dopo il decollo da Bishkek

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 24 agosto 2008

Un Boeing 737 della compagnia privata Itek Air, il cui volo charter era operato dalla compagnia aerea Iran Aseman Airlines, si è schiantato al suolo poco dopo il decollo dall'Aeroporto Internazionale di Manas, a 25 chilometri circa da Bishkek, capitale del Kirghizistan. L'aereo, diretto a Mashhad, in Iran, con a bordo un centinaio di persone è caduto a cinque chilometri dall'aeroporto, vicino al villaggio di Dzhangi-Dzher.

I piloti hanno segnalato un problema tecnico dieci minuti dopo il decollo; secondo un anonimo funzionario dell'aeroporto, hanno chiesto e tentato senza successo di ritornare allo scalo. Il portavoce del ministero dell'Unità di crisi Ramis Satybekov ipotizza che l'incidente sia stato causato da un malfunzionamento dei motori o del sistema di controllo dell'aereo.

Al momento, non si conosce il numero esatto delle persone a bordo del velivolo, con discordanza sull'entità del disastro nelle dichiarazioni ufficiali. La lista dei passeggeri sarà resa pubblica domani mattina.

Il bilancio provvisorio, secondo il ministero della sanità kirghizo, è di 71 vittime accertate. «Al momento - ha dichiarato Elena Baialinova, portavoce del ministero - 15 feriti sono ricoverati all'ospedale di Bishkek, fra cui due sono in rianimazione»; altri sono in via di trasporto. Ai soccorsi collaborano i militari della vicina base statunitense. Fra i sopravvissuti, secondo Roza Daudova, portavoce del governo, ci sarebbero 7 giocatori di una squadra di pallacanestro di un liceo di Bishkek.

La Itek Air, che possiede tre aerei, è nella lista nera delle compagnie aeree che non rispettano gli standard di sicurezza dell'Unione Europea e sono bandite dai cieli europei.

Fonti[modifica]