Vai al contenuto

Kirghizistan: un Boeing 737 si schianta dopo il decollo da Bishkek

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

domenica 24 agosto 2008

Un Boeing 737 della compagnia privata Itek Air, il cui volo charter era operato dalla compagnia aerea Iran Aseman Airlines, si è schiantato al suolo poco dopo il decollo dall'Aeroporto Internazionale di Manas, a 25 chilometri circa da Bishkek, capitale del Kirghizistan. L'aereo, diretto a Mashhad, in Iran, con a bordo un centinaio di persone è caduto a cinque chilometri dall'aeroporto, vicino al villaggio di Dzhangi-Dzher.

I piloti hanno segnalato un problema tecnico dieci minuti dopo il decollo; secondo un anonimo funzionario dell'aeroporto, hanno chiesto e tentato senza successo di ritornare allo scalo. Il portavoce del ministero dell'Unità di crisi Ramis Satybekov ipotizza che l'incidente sia stato causato da un malfunzionamento dei motori o del sistema di controllo dell'aereo.

Al momento, non si conosce il numero esatto delle persone a bordo del velivolo, con discordanza sull'entità del disastro nelle dichiarazioni ufficiali. La lista dei passeggeri sarà resa pubblica domani mattina.

Il bilancio provvisorio, secondo il ministero della sanità kirghizo, è di 71 vittime accertate. «Al momento - ha dichiarato Elena Baialinova, portavoce del ministero - 15 feriti sono ricoverati all'ospedale di Bishkek, fra cui due sono in rianimazione»; altri sono in via di trasporto. Ai soccorsi collaborano i militari della vicina base statunitense. Fra i sopravvissuti, secondo Roza Daudova, portavoce del governo, ci sarebbero 7 giocatori di una squadra di pallacanestro di un liceo di Bishkek.

La Itek Air, che possiede tre aerei, è nella lista nera delle compagnie aeree che non rispettano gli standard di sicurezza dell'Unione Europea e sono bandite dai cieli europei.

Fonti[modifica]