L'Antritrust multa Apple per pubblicità ingannevole

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

30 novembre 2020

Inside of the Apple logo in 5th Avenue Apple Store (New York).jpg

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato la multinazionale statunitense Apple per 10 milioni di Euro, dopo aver rilevato alcune pratiche commerciali scorrette messe in atto dall'azienda.

Secondo l'authority, la presentazione di alcuni modelli messi in vendita dalla casa di Cupertino come "resistenti all'acqua" è da considerarsi ingannevole, dato che non è stato chiaramente indicato come questa resistenza sia riscontrabile solo in particolari condizioni (per esempio durante specifici test di laboratorio, e non nelle normali condizioni d`uso dei dispositivi da parte dei consumatori).

L'azienda ha ricevuto una sanzione aggiuntiva anche per essersi rifiutata di prestare adeguata assistenza tecnica a dispositivi danneggiati proprio dal contatto con acqua o altri liquidi in fase post-vendita. Questa pratica è stata considerata lesiva del diritto del consumatore.

Apple era già stata sottoposta a provvedimenti disciplinari da parte dell'autorità garante in passato: nel 2018 la compagnia aveva ricevuto altri 10 milioni di ammenda per aver attivato su alcuni dispositivi sistemi di obsolescenza programmata. Nel marzo 2020 il gruppo aveva inoltre ricevuto una multa di 1,1 miliardi di Euro dall’Antitrust francese per aver adottato comportamenti anticoncorrenziali e per abuso di posizione dominane sul mercato.

Fonti[modifica]