Vai al contenuto

L'Iran ha attaccato Israele

Questa notizia contiene informazioni turistiche
Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

14 aprile 2024

Nel corso della notte l'Iran ha lanciato un'offensiva aerea contro il territorio israeliano con diverse centinaia di droni (fonti statunitensi dicono tra 400 e i 500) e alcune decine di missili in risposta «ai numerosi crimini del malvagio regime sionista, tra cui l'attacco al consolato e l'uccisione di forze militari iraniane, l'Iran ha attaccato Israele nelle prime ore di domenica», lo hanno affermato le Guardie Rivoluzionarie iraniane.

Israele, grazie al sistema Cupola di Ferro, ha intercettato il 90% dei droni arrivati sopra i cieli d'Israele e il primo ministro Benjamin Netanyahu ha dichiarato di stare pensando ad una risposta militare. Non si sono registrati decessi bensì un ferito, difatti un bambino di 10 anni è stato ferito nel sud del paese e sarebbe in gravi condizioni.

Le risposte del resto del mondo[modifica]

Almeno quattro caccia americani e due francesi sono decollati dopo l'attacco lanciato dall'Iran a Israele e si sono diretti verso lo spazio aereo iracheno. Gli F18 statunitensi, secondo quanto si apprende da fonti d'intelligence della Nato, sarebbero decollati dalla portaerei Eisenhower che si trova nella parte settentrionale del Mar Rosso e si sono diretti verso Suez.

La posizione dell'Italia[modifica]

Il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha detto che «C'è una concentrazione alta di forze militari - nell'area tra il Medio Oriente e il Mar Rosso - L'Italia non è coinvolta in operazioni di attacco con la Marina ma certamente seguiamo la situazione con grande attenzione e sono in contatto costante con il ministro della Difesa e naturalmente con il presidente del Consiglio». Successivamente ha parlato anche il ministro della Difesa Guido Crosetto:«Condanno con fermezza l'attacco dell'Iran e dei suoi alleati contro Israele, un'azione senza precedenti che può provocare un'escalation drammatica. Continuiamo a lavorare per evitarla».

Fonti[modifica]