La Cina lancia il suo primo satellite lunare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 24 ottobre 2007

Rappresentazione artistica del satellite artificiale Chang'e 1

È partita oggi la prima sonda lunare cinese, chiamata Chang'e 1, come la dea che rappresenta il nostro satellite naturale. L'obiettivo principale del programma spaziale cinese, è quello di riuscire a portare un equipaggio umano sul suolo lunare nel 2020. Intanto, solo poche settimane fa, la sonda giapponese Selene era entrata nell'orbita della Luna, mentre l'India sta progettando una missione lunare per il prossimo anno. Si fanno sempre più strada, quindi, le nascenti economie asiatiche nella conquista dello spazio.

Questa missione darà modo agli scienziati di studiare, attraverso fotografie in 3D della superficie, la composizione della Luna per poter organizzare i prossimi allunaggi. Gli esperti prevedono che in futuro l'esplorazione spaziale, che fino ad oggi ha visto gli U.S.A. come attore principale, porterà alla costruzione di basi permanenti sul satellite della Terra e, successivamente, porterà una spedizione umana su Marte.

Fonti[modifica]