La Russia riduce le forniture di gas alla Bielorussia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 23 giugno 2010
La Gazprom ha ridotto le forniture del gas alla Bielorussia, che, come risposta, ha bloccato il transito del metano di Mosca verso l'Unione Europea. Bruxelles ha invitato le parti a rispettare i contratti firmati; finora non ci sono rischi per i consumatori continentali, ma se la crisi dovesse continuare Germania, Polonia e Lituania potrebbero avere dei problemi. I russi hanno chiesto a Minsk il pagamento delle gas consumato, la Bielorussia quello sul transito. È da alcune settimane che le due repubbliche ex sovietiche sono entrate in rotta di collisione. Al presidente bielorusso Lukashenko non sono piaciute alcune dichiarazioni del collega russo Medvedev, e incomprensioni sono sorte anche per la gestione dell'Unione doganale.

Fonti[modifica]