La Valle Camonica si fa distretto culturale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 3 novembre 2008

Giovedì 30 ottobre, presso l'Auditorium Mazzoli della Comunità Montana di Valle Camonica, si è tenuto un incontro, riservato a sindaci e assessori alla cultura dei comuni della Val Camonica, finalizzato a presentare il Distretto Culturale di Valle Camonica.

Questo progetto, finanziato dalla Fondazione Cariplo, Comunità Montana e BIM di Valle Camonica, provincia e della camera di commercio di Brescia, e soprintendenza archeologica, ha l'obiettivo di valorizzare il patrimonio storico, artistico, culturale della vallata sfruttando le sinergie locali.

Entro il 30 novembre dovrà essere presentato lo studio di fattibilità che, se approvato, verrà prontamente finanziato dalla Fondazione Cariplo con una cifra di 4 milioni di euro, dando il via al primo distretto culturale della Lombardia.

La decisione del distretto culturale è stata scelta grazie alle numerose risorse culturali camune, a partire dal sito UNESCO numero 94: Arte rupestre della Valle Camonica, fino al patrimonio archeologico di età romana, quello di arte sacra e spiritualità, i siti della Guerra Bianca in Adamello ed il settore etnografico, con la storia delle comunità rurali e di montagna (rappresentato soprattutto dal sistema "Musei di Valle Camonica" e "ViCiNiA: Valle Camonica negli archivi")

La gestione sarà governata da un Ufficio Associato, specializzato per ambiti, che erogherà finanziamenti per valorizzare il territorio. Esso sarà composto dall' Assemblea del Distretto, una Giunta Esecutiva ed un Comitato Tecnico Scientifico.

Le adesioni dei comuni verranno sottoscritte a partire dal 2009, ed il distretto avrà una durata sperimentale di cinque anni.

Fonti correlate[modifica]