Lo spread non è la cosa principale: Moscovici non teme il rischio contagio dall'Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Roma, 19 ottobre 2018

"Aspetteremo una risposta per lunedì a mezzogiorno, ma l'Italia è libera di investire sulle infrastrutture" afferma il Commissario Economico Europeo Pierre Moscovici "La Commissione non interverrà sulle scelte interne all'Italia".

Parlando del rapporto tra Roma e Bruxelles questi dice: "Tra la Commissione e le autorità italiane è tutto chiaro. Dialogare è fondamentale. Solo grazie al dialogo costruttivo l'economia migliorerà".

A proposito del rischio contagio dallo spread italiano Moskovici afferma infine: "Noi non vogliamo avere nessun tipo di scontro, non ci interessano escalation di eventi. Non temiamo rischio contagio da spread Italia".

Sul deficit al 2, 4 % il Commissario ha voluto lanciare un messaggio: "Il deficit al 2,4% non è scritto nella lettera perché non è la cosa principale. Le cose principali sono il deficit strutturale, il debito e la crescita. Sono questi i punti su ci vogliamo discutere, non per la Commissione ma per l'Italia".

La Commissione europea esaminerà martedì prossimo il parere sulla manovra dell’Italia e degli altri Paesi dell’Eurozona. È quanto prevede al momento l’ordine del giorno della riunione dell’esecutivo europeo in programma a Strasburgo, dove l’incontro si svolge quando cade in concomitanza con la sessione plenaria del Parlamento europeo.

Fonti[modifica]