Mondiali 2006: alle 17 Germania-Argentina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

30 giugno 2006


È tutto pronto per l'inizio dei quarti di finale dei Mondiali di calcio in corso in Germania. Oggi alle 17, all'Olympiastadion di Berlino i padroni di casa della Germania affrontano l'Argentina in quella che da tutti è considerato il quarto di finale più avvincente, almeno nelle previsioni.

Precedenti[modifica]

Le due formazioni si fronteggeranno per la quinta volta in un Mondiale. Le due partite memorabili sono le finali delle edizioni 1986, quando vinse l'Argentina di Maradona, e del 1990, quando a trionfare fu la Germania dell'attuale ct tedesco Klinsmann.

Dichiarazioni dei protagonisti[modifica]

Klinsmann (ct Germania): «Noi affrontiamo questa partita con aggressività, passione e impegno e vogliamo vedere come l'Argentina risponderà».

Pekerman (ct Argentina): «È un peccato che una tra noi e la Germania non potrà proseguire nel cammino Mondiale, dopo aver fatto entrambe delle ottime cose ma dobbiamo stare molto attenti. Non ci accontentiamo di essere tra le prime otto, il nostro obiettivo alla vigilia era di lottare per il titolo Mondiale e adesso non pensiamo ad altro».

Miroslav Klose (Germania): «Affrontare l'Argentina non ci preoccupa più di tanto, anche se sappiamo che è forte e fra le favorite al titolo. Ora che hanno avuto la sfortuna di doverci affrontare speriamo di mandarli a casa».

Carlos Tevez (Argentina): «Il segreto per battere la Germania? Lottare fino alla morte. Oltre a quello dobbiamo giocare un buon calcio palla a terra, ma la combattività viene prima di tutto».

Probabili formazioni[modifica]

Germania (4-4-2): Lehmann; Friedrich, Metzelder, Mertesacker, Lahm; Schneider, Frings, Ballack, Schweinsteiger; Podolski, Klose. (Ct: Klinsmann).

Argentina (4-4-2): Abbondanzieri; Cufre, Ayala, Heinze, Sorin; Gonzalez, Mascherano, Riquelme, Maxi Rodriguez; Saviola, Crespo. (Ct: Pekerman).

Arbitro: Lubos Michel (Slovacchia).

Fonti[modifica]