Mondiali 2006: i commenti dei protagonisti dopo Germania-Italia 0-2

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

5 luglio 2006


Delirio e grande soddisfazione dominano l'ambiente della nazionale italiana dopo la semifinale di ieri sera contro la Germania, che si è arresa agli azzurri. Dalle parole dei tedeschi, invece, traspaiono enorme delusione, ma anche consapevolezza del buon lavoro svolto.

Dichiarazioni Italia[modifica]

Marcello Lippi, ct Italia: «Abbiamo sofferto, ma la sofferenza ci fa godere maggiormente. La soddisfazione è grandissima. Ma se c'era una squadra che doveva vincere, questa era la nostra. Abbiamo rischiato pochissimo, loro hanno fatto un solo tiro in porta. A Berlino servirà un'altra Italia così (...) Io penso solo una cosa di questa gara: sarebbe stata un'ingiustizia non vincerla o andare ai rigori e rischiare il terno al lotto. Abbiamo fatto più palle gol della Germania, abbiamo preso due pali. Ma abbiamo avuto soprattutto un dominio territoriale continuo e abbiamo meritato. Non credo ci sia nessun tedesco che possa dire il contrario. Siamo enormemente felici, perché vincere contro una squadra gasata ed entusiasta come era questa Germania e in casa loro e con sessantamila tifosi che urlavano è esaltante. Ora però non è finita, bisogna provare a completare l'opera. Domani sera si vedrà chi sarà il nostro avversario, ma non ho preferenze su chi affrontare perché sarebbe sciocco in questo momento averne».

Alessandro Del Piero, giocatore Italia: «Il 2-0 a casa loro è una cosa fantastica. Dedichiamo la vittoria a Gianluca Pessotto».

Fabio Grosso, giocatore Italia: «Questa vittoria ce la siamo meritata perché siamo un grande gruppo. Ora non importa chi affronteremo in finale».

Andrea Pirlo, giocatore Italia: «Ho coronato il sogno che avevo fin da bambino, giocare una finale di coppa del Mondo, speriamo di vincere. L'Italia ha meritato ampiamente la vittoria, ha creato diverse occasioni da gol e ha avuto anche un po' di sfortuna con i due pali».

Dichiarazioni Germania[modifica]

Jurgen Klinsmann, ct Germania: «È un giorno in cui non si può essere soddisfatti, è un giorno triste, ma per come si è comportata la squadra tutto il paese può essere orgoglioso. Questa squadra ha messo in campo tutto dal primo all'ultimo giorno».

Franz Beckenbauer, ex giocatore Germania e presidente del comitato organizzatore di Germania 2006: «Alla fine quello che si può dire è che l'Italia ha trovato due gol e la finale, ma la Germania avrebbe meritato, al pari degli azzurri di andare a Berlino. Si può tranquillamente dire che gli italiani sono stati più abili e fortunati dei tedeschi. Fa male, ma davanti a questa giovane Germania bisogna togliersi il cappello».

Miroslav Klose, giocatore Germania: «È stata una partita equilibrata: entrambe le squadre potevano segnare, ma alla fine i gol li hanno fatti loro e a loro va il nostro applauso. Ci resta la finale per il terzo posto? Siamo professionisti e cerchiamo di vincere tutte le partite. Le motivazioni non ci mancheranno».

Fonti[modifica]