Mostra La motocicletta italiana 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

26 ottobre 2005

Apre la mostra La motocicletta italiana a Milano[modifica]

Apre oggi a Milano la mostra La motocicletta italiana. Un secolo su due ruote tra arte, storia e sport. L'esposizione, organizzata dalla Fondazione Mazzotta in collaborazione con la rivista Motociclismo, chiuderà il 12 marzo.
L'esposizione è curata da Adalberto Falletta e Marco Riccardi ed è visitabile presso la Fondazione Mazzotta, in Foro Bonaparte 50.

La mostra raccoglie una trentina di motociclette d'epoca, opere d'arte, manifesti, documenti e abbigliamenti d'epoca.
Tra i dipinti esposti, opere di Balla, Depero e Funi, insieme a Ivo Pannaggi (Il ratto d'Europa) e Ligabue.
I manifesti sono più di 40, compresi tra il 1907 e il 1980 (con opere di Andrea Pazienza e di Aleardo Terzi). Le opere fotografiche sono state selezionate da Uliano Lucas.

Tra le moto esposte spiccano la Gilera VT 317 (1909), la Freda Grande Turismo 570 (1914), la Moto Guzzi Normale 500 (1921), la Cucciolo 50 (1945), la Motom 48 (1947), la Guzzi Galletto (1950), la Vespa 98, la Piaggio Ciao (1067), la Laverda 750 SFC (1971), la Benelli Sei Cilindri (1972) e la Vyrus (2005).

Fonti[modifica]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Milano.