MotoGP 2008, Gran Premio di Spagna: vince Pedrosa, secondo Rossi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 30 marzo 2008

È Daniel Pedrosa il vincitore del Gran Premio di Spagna nella classe MotoGP. Partito secondo, alla prima curva è davanti, scavalcando Jorge Lorenzo. Da quel momento è rimasto in testa fino alla fine, riuscendo a segnare anche il giro veloce (1:40.116, record della pista). Secondo giunge Valentino Rossi, il migliore gommato Bridgestone. Brivido per lui al 26° giro, quando rallenta sul traguardo credendo di essere all'ultimo giro, rischiando di farsi superare da Jorge Lorenzo, giunto infine terzo. Brivido anche per Nicky Hayden, quando alla curva 1 si "appoggia" sull'asfalto, ma riesce a rimanere in sella; giunto infine quarto, un po' staccato da Lorenzo anche per quest'errore. Giungono vicini quinto, sesto, settimo e ottavo rispettivamente Loris Capirossi, James Toseland, John Hopkins e Andrea Dovizioso, quest'ultimo autore di una grande rimonta, essendo partito lentissimo. Dietro di loro, Shinya Nakano e Chris Vermeulen precedono Casey Stoner, autore di due dritti al tornante. Dietro di lui Marco Melandri, che ancora non si è adattato alla Ducati. Quest'ultimo riesce a precedere dopo un bel duello Anthony West e Alex De Angelis. Ultimo pilota a punti, ad oltre un minuto, Toni Elías. Cadono Colin Edwards e Randy de Puniet. Sedicesimo Sylvain Guintoli.

Classifica piloti[modifica]

  1. Daniel Pedrosa, 41 pt.
  2. Jorge Lorenzo, 36 pt.
  3. Valentino Rossi, 31 pt.
  4. Casey Stoner, 30 pt.
  5. Andrea Dovizioso, 21 pt.
  6. James Toseland, 20 pt.
  7. Nicky Hayden, 19 pt.
  8. Loris Capirossi, 19 pt.
  9. John Hopkins, 13 pt.
  10. Shinya Nakano, 10 pt.
  11. Colin Edwards, 9 pt.
  12. Marco Melandri, 9 pt.
  13. Randy De Puniet, 7 pt.
  14. Chris Vermeulen, 6 pt.
  15. Anthony West, 3 pt.
  16. Toni Elías, 3 pt.
  17. Alex De Angelis, 2 pt.
  18. Sylvain Guintoli, 1 pt.

Classifica costruttori[modifica]

  1. Honda, 41 pt.
  2. Yamaha, 40 pt.
  3. Ducati, 30 pt.
  4. Suzuki, 19 pt.
  5. Kawasaki, 13 pt.

In classe 250 vince Mika Kallio, approfittando del contatto all'ultimo giro che ha costretto al ritiro Álvaro Bautista e Marco Simoncelli, in quel momento solitari in testa. Mattia Pasini giunge secondo, rimanendo in testa alla classifica con 45 punti. In classe 125 vince Simone Corsi, portandosi in testa alla classifica con 34 punti. L'autore della pole, Bradley Smith, giunge terzo dietro a Nicolás Terol.

Fonti[modifica]