Nasce il body food: le donne diventano vassoi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 9 settembre 2010

Per attirare nuovi clienti, Ruggero Piazzon, uno dei titolari di un locale di Vicenza, ha pensato di innovare il servizio aggiungendo un tocco osé: donne in topless vengono adoperate come vassoi per il cibo. Sdraiate su un tavolo, le donne, assunte per tale servizio, vengono riempite di tramezzini e aspettano che i clienti la "mangino".

«Il divertimento è fatto di altro, di emozioni e socializzazione. Mi sembra una trovata pubblicitaria per riuscire a sbarcare il lunario», è il dubbio sollevato da Fabio Facchini, proprietario di due tra i più importanti locali nel vicentino.

Al gestore del locale è venuta in mente questa idea dopo aver visto un film giapponese in cui una donna asiatica era utilizzata come banchetto per alcuni mafiosi. Intanto, l'idea sta facendo clamore e si sta diffondendo con tale velocità che alcuni hanno chiesto se è possibile noleggiare le "ragazze vassoio" per qualche festa privata.

Tuttavia, l'iniziativa sembra aver procurato anche molte insoddisfazioni da parte di alcune femministe che hanno provveduto a reclamare direttamente dal gestore.

Fonti[modifica]