Nubifragio nel Messinese

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 2 ottobre 2009

Durante il pomeriggio del 1º ottobre 2009 nella zona del messinese si è verificato un evento meteorologico con piogge di forte intensità. Le precipitazioni hanno provocato una importante frana che si è abbattuta principalmente sulla frazione di Giampilieri Superiore, a circa 10 km a nord di Messina, dove è crollato un intero costone di collina sul piccolo abitato travolgendolo.

Nel tardo pomeriggio di oggi ha ricominciato a piovere tanto che il capo del Dipartimento Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha avvertito la popolazione che potrebbero esserci «nuovi smottamenti». Secondo il vice capo del Dipartimento, Bernardo De Bernardinis, «in alcune zone sono caduti anche 220/230 millimetri di pioggia in tre-quattro ore».

Il nubifragio ha colpito duramente anche la frazione di Briga Marina e il comune di Scaletta Zanclea, dove è crollato un palazzo. L'intero evento ha provocato la morte di 18 persone, mentre 35 risultano disperse.

Nella seduta odierna del Consiglio dei Ministri è stato dichiarato lo stato di emergenza per l'intera provincia di Messina.

Fonti[modifica]