Ottimo esordio per Distretto di Polizia 8

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 5 settembre 2008

È iniziata ieri sera l'ottava stagione della fiction poliziesca ideata da Pietro Valsecchi e prodotta da Taodue in collaborazione con RTI, Distretto di Polizia che vede, in questo capitolo, la lotta contro la famiglia dei Flaviano.

Dal punto di vista degli ascolti è stato un ottimo inizio di stagione: il primo episodio "Il tempo che ci resta" ha fatto registrare 4.600.000 telespettatori ed il 22% di share, il secondo episodio "Lezioni di vita", che ha visto la morte di Irene Valli interpretata da Francesca Inaudi, è stato seguito da 4.800.000 telespettatori ed il 25,26%. In totale i due episodi hanno fatto registrare 4.709.000 spettatori ed il 25% di share.

Il debutto della nuova stagione ha fatto segnare picchi del 33,5%, ed è stata premiata dal sud Italia (28,2%), seguita dal centro (26%) ed un po' snobbata dal pubblico del nord (22,6%).

Il direttore di Fiction Mediaset Giancarlo Scheri ha espresso un lungo commento, soddisfatto dei risultati ottenuti: «Vogliamo ringraziare tutto il cast, il regista e i produttori Pietro Valsecchi e Camilla Nesbitt della Taodue, che hanno realizzato ancora una volta una fiction di alta qualità e gradimento, la più longeva tra quelle attualmente in onda. È stata una settimana eccezionale per la fiction Mediaset: Con Il Sangue e la Rosa martedì 2 settembre, 'O professore lunedì 1 e mercoledì 3 e ieri sera la prima puntata di Distretto i nostri prodotti si confermano capaci di esprimere grande qualità e catturare il gradimento del pubblico di Canale 5, spaziando dal genere action-poliziesco al racconto in costume ai temi sociali.»

Scheri ha anche parlato dei target delle fiction italiane targate Mediaset: «L’analisi dei sottotarget dei nostri titoli rivela un pubblico variegato: le giovani spettatrici hanno apprezzato il genere cappa e spada de Il Sangue e la Rosa (oltre il 35% di pubblico femminile di età compresa tra i 15 ed i 25 anni ed oltre il 25% tra i 25 ed i 35), mentre O’Professore ha raccolto quasi il 30% dei bambini e ragazzi del Paese.»

Il direttore ha concluso il suo discorso, elencando i miglioramenti nel settore e gli obiettivi raggiunti: «La fiction è un settore di rilevanza strategica all’interno del palinsesto Mediaset: siamo passati dalle 172 ore di prime time del 2006 alle 242 del 2007, alle 252 del 2008, con una leadership sul pubblico attivo del 23,3% di share. Il nostro è un impegno che, oltre a garantire gli ascolti, si rivolge sempre più verso la ricerca di una maggiore qualità e innovazione per ampliare la nostra offerta attraverso nuovi formati e generi ma anche nuovi talenti in ambito artistico.»

Fonti[modifica]