Paris Hilton condannata a 45 giorni di carcere

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 5 maggio 2007

Paris Hilton

Ieri, in un tribunale di Los Angeles, il giudice Michael T. Sauer ha condannato Paris Hilton a scontare 45 giorni di carcere, a partire dal 5 giugno prossimo, per essersi messa al volante, il 1° marzo scorso dopo la sua sospensione della sua patente per guida in stato di ebbrezza. La donna, in libertà vigilata, era a bordo di una Bentley blu. Se non si presenterà in carcere il giorno stabilito la pena verrà raddoppiata.

Il magistrato ha inoltre stabilito che la Hilton non potrà aver diritto a permessi o sconti di pena, nonostante l'ereditiera ventiseienne abbia dichiarato che non era a conoscenza della sospensione della sua patente.

Paris Hilton era già stata fermata a bordo della sua vettura, dopo la sospensione della patente, il 15 gennaio e il 27 febbraio e ha ignorato la prescrizione che la obbligava a seguire un programma di disintossicazione dall'alcool.

La donna ha pianto mentre veniva pronunciata la sentenza. Howard Weitzman, il suo avvocato, ha affermato che presenterà ricorso.

Fonti[modifica]