Pompei: nominato il nuovo direttore del Parco archeologico

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 20 febbraio 2021

Casa dei Capitelli Figurati nel Parco archeologico di Pompei

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini ha nominato l'archeologo tedesco naturalizzato italiano Gabriel Zuchtriegel come nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei.

Zuchtriegel è nato a Weingarten, nell'attuale Baden-Württemberg, nel 1981 e ha studiato archeologia classica, preistoria e filologia greca presso l'Università Humboldt di Berlino, conseguendo nel 2010 un dottorato presso l'Università di Bonn, con una tesi sul sito archeologico di Gabi (nei pressi di Roma). Nel 2015 era stato nominato direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia.

Il direttore uscente Massimo Osanna ha dichiarato: "Con emozione saluto oggi il mio successore, augurandogli un lavoro proficuo e appassionante. Lascio un luogo straordinario che è stato il mio mondo degli ultimi sette anni, a cui ho dedicato energie passione e impegno: sono felice di poterlo affidare nelle mani del nuovo direttore, nella consapevolezza che lascio Pompei in uno stato ben diverso da quello in cui l’ho trovata. Molto orgoglio, ma anche gratitudine per quanti hanno operato per la salvezza di uno dei siti archeologici più importanti del mondo, dal Ministro Franceschini ai direttori generali del GPP a tutti i funzionari e il personale che mi ha accompagnato in questa grande sfida".

Il neo-direttore è stato selezionato tra 44 candidati, di cui il 23% stranieri, sottoposti al vaglio della commissione appositamente istituita lo scorso 16 novembre; la commissione, presieduta dall'attuale Ministro della giustizia Marta Cartabia, è stata composta da: Luigi Curatoli, già Generale dell'Arma dei Carabinieri e Direttore del Grande Progetto Pompei; Carlo Rescigno, membro dell'Accademia Nazionale dei Lincei e professore ordinario di archeologia classica presso l'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli; Andreina Ricci, già professoressa ordinaria di metodologia e tecnica della ricerca archeologica presso l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Catherine Virlouvet, già direttrice della École française di Roma e professoressa emerita presso l'Università di Aix-Marseille. La commissione dopo i colloqui tenutisi il 10 e l'11 febbraio, aveva individuato una terna di candidati da sottoporre al ministro composta, oltre che da Zuchtriegel, anche da Renata Picone, professoressa ordinaria di restauro all'Università degli Studi di Napoli Federico II, e Francesco Sirano, direttore del Parco archeologico di Ercolano dal 2017.

Fonti[modifica]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Gabriel Zuchtriegel.