Prodotte cellule staminali da pelle umana

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

20 novembre 2007

Con due pubblicazioni sulle riviste Cell e Science è stata resa nota la produzione di cellule staminali molto simili a quelle embrionali a partire da cellule di pelle umana. I risultati sono stati raggiunti, in modo indipendente e con procedure lievemente diverse, dal giapponese Shinya Yamanaka, dell'Università di Tokio e da James Thomson, dell'università del Wisconsin-Madison.

Le cellule staminali embrionali sono cellule cosiddette totipotenti, ovvero in grado di trasformarsi in tutti i possibili tessuti che ci compongono. Fino ad ora l'unica sorgente di staminali con queste caratteristiche sono stati gli embrioni. Con questa procedura la cellula di pelle è indotta a ritornare indietro alla sua originaria condizione indifferenziata; vengono in pratica spenti i geni che la rendevano cellula cutanea, "ringiovanendola" a staminale. Questa tecnica ha, potenzialmente, una enorme importanza nello ricerca in questo campo: produrre queste staminali da semplici cellule somatiche significherebbe poter evitare la produzione e distruzione di embrioni e risolvere le diatribe sulla correttezza morale di tali pratica.

Cellule staminali embrionali umane

La trasformazione delle cellule è stata ottenuta con l'inserimento di quattro geni; in realtà la cellula di pelle modificata non è perfettamente identica a quella embrionale anche se come dice lo stesso Thomson: "Le cellule indotte fanno tutto ciò che fanno le staminali embrionali". La notizia è stata accolta in modo positivo da molti scienziati, che hanno sottolineato come lo sviluppo di questa tecnica potrebbe essere decisiva per la cura di numerose malattie. Anche Ian Wilmut, che nel 1996 guidò il gruppo che clonò la pecora Dolly, ha affermato che si tratta di importante passo avanti. Significativo e inoltre il commento di Josephine Quintavalle del "Comment on Reproductive Ethics" che si congratula per lo sviluppo di una linea di ricerca che eviti l'uso di embrioni nella ricerca.

Gli scienziati restano tuttavia cauti e affermano che sono necessari ulteriori studi per perfezionare la tecnica e aumentarne la sicurezza; sono inoltre necessari esperimenti per verificare che effettivamente quanto le cellule prodotte siamo simili alle staminali embrionali.

Fonti[modifica]