Proteste per il caro gasolio: due morti nella penisola iberica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 10 giugno 2008

Due camionisti, uno in Spagna, vicino ai mercati generali di Grenada, e uno ad Alcanena, in Portogallo, sono morti nel corso delle proteste per il rincaro del prezzo del gasolio. In entrambi i casi, gli uomini sono rimasti investiti dai veicoli che avevano cercato di fermare durante le proteste che stanno divampando in Europa.

Proteste che si stanno propagando, dai pescatori ai camionisti, che stanno paralizzando in particolare Portogallo, Francia e Spagna. Anche in Italia si comincia a parlare di un altro sciopero di 5 giorni, contro il caro-gasolio. L'ultimo sciopero è avvenuto nel dicembre scorso, quando il petrolio costava circa novanta dollari al barile e il gasolio circa 1,15 euro al litro. Ora che si è arrivati a 1,5 euro e che analisti vedono il petrolio in volo a 200 dollari entro la fine dell'anno (150 per la festa del 4 luglio americana), le cose non hanno fatto altro che peggiorare.

Fonti[modifica]