Repubblica del Congo: esplosioni nella capitale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 4 marzo 2012

La Repubblica del Congo

Sono almeno 200 i morti e 1500 i feriti delle quattro esplosioni succedutesi in un deposito di munizioni a Brazzaville capitale della Repubblica del Congo. Tra questi anche alcuni cinesi, che al momento del disastro stavano dormendo in un attiguo dormitorio aziendale. Le esplosioni hanno causato danni anche nella vicina Kinshasa, la capitale della vicina Repubblica Democratica del Congo.

Inizialmente non era stata esclusa la possibilità di un attentato come causa di quello che sembra sempre più essere un incidente. Come possibili esecutori dell'attentato si iniziava a parlare dei seguaci di Pascal Lissouba, generale sconfitto nella guerra civile del 1997 e in esilio a Parigi, ma la mancanza di rivendicazioni e le prime indagini sembrano escludere questa possibilità.

Fonti[modifica]