Roma-Lido e Roma-Viterbo a Cotral

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 28 luglio 2019
Come già da tempo era nell'aria, la Regione Lazio ha approvato la delibera 479 del 16 luglio 2019 per affidare due delle tre ferrovie ex concesse Roma-Lido (RL) e Roma-Viterbo (RV) alla società in house Cotral, che già gestisce il servizio di trasporto pubblico extraurbano su gomma nella regione. La Roma-Giardinetti è ancora al centro di una discussione tra la regione e il comune, che ne chiede la cessione, pertanto non sarà, almeno nell'immediato, gestita dalla società regionale.

L'azienda aveva già gestito entrambe le ferrovie prima come STEFER (RL: 1940-1976 e RV: 1970-1976) poi come Acotral (1976-1993) e infine con l'attuale denominazione (1993-2000). Successivamente esse furono date in concessione all'azienda Metroferro (poi nota come Met.Ro.) che le gestì tra il 2000 e il 2010, per passare definitivamente ad ATAC.

Nonostante alcune testate giornalistiche abbiano erroneamente definito che la perdita delle linee ferroviarie potrebbe essere un duro colpo per la società romana, in procedura di concordato preventivo, essa ne aveva già previsto la restituzione alla regione che ne è proprietaria.

Storia[modifica]

Roma-Lido[modifica]

Una motrice CAF S/300 in servizio sulla Roma-Lido

Il primo progetto per la ferrovia Roma-Lido fu concepito nell'Ottocento, con la bonifica delle paludi ostiensi per collegare il litorale romano con il centro della capitale d'Italia. I lavori iniziarono nel 1921 alla presenza del re Vittorio Emanuele III e si conclusero nel 1924 con l'apertura della ferrovia tra le stazioni di Porta San Paolo e Marina di Ostia (oggi Lido Centro). Negli anni successivi la ferrovia fu prolungata parallelamente al mare con l'apertura delle stazioni di Stella Polare (1948), Castel Fusano (1949) e Cristoforo Colombo (1960), attuale capolinea.

Con l'espansione dei quartieri romani furono successivamente aperte le stazioni di Tor di Valle (1961) e Casal Bernocchi-Centro Giano (1971). L'unica stazione ancora in costruzione è quella di Acilia Sud, i cui lavori sono iniziati nel 2014.

Roma-Viterbo[modifica]

Elettromotrice urbana Serie 100 presso la stazione di Montebello

La ferrovia Roma-Civitacastellana-Viterbo (nota anche come Roma Nord o più semplicemente Roma-Viterbo), è invece la più vecchia delle due. Progettata anch'essa all'inizio del XX secolo, fu aperta come tranvia nel 1906 tra Civita Castellana e Viterbo. La crisi economica e il successivo fallimento dell'azienda consegnarono la tranvia alla Società Romana per le Ferrovie del Nord (SRFN), che iniziò negli anni '30 la trasformazione della linea in una ferrovia prolungandola da Civita Castellana a Roma. Nel 1970 la SRFN passò a STEFER (che successivamente assumerà le denominazioni di Acotral e Cotral). Con la scissione di Cotral in due società distinte, ossia Cotral e Metroferro, la gestione di questa ferrovia, come quella dell'omologa litoranea, passarono alla seconda, che nel 2010 fu assorbita da ATAC, ossia l'azienda che gestisce buona parte del trasporto pubblico romano.

Fonti[modifica]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Ferrovia Roma-Lido.

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Ferrovia Roma-Civitacastellana-Viterbo.