Roma: avviata un'inchiesta sui presunti evasori del Liechtenstein

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 1 marzo 2008
È stata aperta un'inchiesta da parte della procura di Roma sul caso dei presunti evasori fiscali con conti in Liechtenstein. Il procedimento è stato aperto per il momento contro ignoti, anche se la Guardia di Finanza, con la collaborazione del Ministero delle Finanze, ha acquisito una lista di 400 cittadini italiani celati sotto sigle e nomi di fantasia, sul quale inizierà un attento lavoro di ricerca per riuscire ad accertare la vera identità dei titolari dei conti correnti, e valutare successivamente se sia stato commesso l'illecito e assegnare di conseguenza il procedimento alla procura competente. Le presunte violazioni contestate dal procuratore Giovanni Ferrara (coadiuvato dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e dal pm Mario Dovinola) sono quelle di omessa ed infedele dichiarazione, come previsto espressamente dagli articoli 4 e 5 della legge 74/2000 sulle imposte sui redditi e IVA.

Fonti[modifica]