Roma: in gravi condizioni di salute l'immobiliarista Danilo Coppola

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 19 novembre 2007

L'immobiliarista Danilo Coppola, noto alle cronache giudiziarie per le numerose accuse formulate nei suoi confronti, tra le quali associazione a delinquere e aggiotaggio, relativamente ai fallimenti di alcune aziende a lui collegate, è stato ricoverato in giornata presso il Policlinico Umberto I di Roma per un attacco cardiaco, che lo ha portato in stato di coma.

Coppola, che era stato arrestato all'inizio di quest'anno per le vicende già citate e al quale furono poi concessi gli arresti domiciliari per incompatibilità con il regime di detenzione, è stato trasportato presso il nosocomio romano in gravissime condizioni di salute ed è ora ricoverato presso il reparto di terapia intensiva.

I familiari, che hanno comunicato il ricovero, oltre a chiedere "che si ponga fine a questa esecuzione senza neppure aver fatto un processo e si faccia piena luce su questo caso anomalo di giustizia italiana" hanno parlato della probabile causa del malore: "Il malore l'ha colto dopo aver appreso la notizia che ci sono delle società in lizza per l'acquisto dell'Hotel Cicerone, nonché al pensiero che alcune delle sue società potrebbero collassare."


Fonti[modifica]