Roma Capitale: possibile fusione tra Farmacap e Zètema

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Roma, sabato 8 maggio 2021

L'Assessore al bilancio e al coordinamento strategico delle partecipate di Roma Capitale Gianni Lemmetti ha dichiarato l'intenzione dell'amministrazione comunale di procedere con una razionalizzazione delle società partecipate, che attualmente raggiungono quota 18 (contando anche le aziende speciali). In particolare un primo accorpamento riguarderebbe le società Farmacap e Zètema Progetto Cultura, di cui si prevede la fusione per creare un'azienda unica dedicata al welfare e ai servizi alla persona, senza costituire un rischio per i lavoratori o per il patrimonio aziendale.

Tale progetto, secondo l'assessore Lemmetti, seguirebbe le rilevazioni effettuate dalla Corte dei conti sullo stuolo di società partecipate del comune, ritenute eccessive rispetto alle reali necessità.

La scelta effettuata dall'amministrazione ha tuttavia provocato un forte malcontento perfino nella stessa maggioranza del consiglio comunale e ha portato alle dimissioni del commissario straordinario Marco Vinicio Susanna e del direttore generale Emiliano Mancini.

Le due società[modifica]

Farmacap, per esteso: Azienda Speciale Farmasociosanitaria Capitolina, è un ente interamente partecipato da Roma Capitale e fondato nel 1997 trasformando il Servizio delle Farmacie Comunali in azienda speciale. Essa si occupa dell'amministrazione di 45 farmacie di proprietà comunale a cui si aggiunge un dispensario e un asilo nido e fornisce servizi di teleassistenza e telecompagnia per anziani.

La società è sottoposta ad amministrazione straordinaria dal 2014 a causa delle forti perdite economiche (stimate intorno ai 17 milioni di euro) mentre l'ultimo bilancio approvato risale al 2012.

Zètema Progetto Cultura s.r.l. è una società partecipata interamente dal comune che si occupa della valorizzazione di beni artistici e culturali anche attraverso l'organizzazione di mostre ed eventi vari.

Fonti[modifica]