Rosy Bindi presidente della Commissione Antimafia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 22 ottobre 2013

Rosy Bindi, ex Presidente del PD.

Oggi, Rosy Bindi è stata eletta Presidente della Commissione parlamentare Antimafia. Ma l'elezione è avvenuta al secondo voto, avvenuto con l'astensione di Scelta Civica e l'assenza del PdL, sin dall'inizio contrario. Durante la votazione il Partito Democratico e SEL hanno supportato Bindi; il MoVimento 5 Stelle ha portato avanti la candidatura di un proprio parlamentare; Scelta Civica ha preferito votare l'astensione (che comunque conta come voto favorevole) perché non approvare la nuova maggioranza interna alla Commissione Antimafia; il PdL ha invece lasciato l'aula in segno di protesta.

Renato Brunetta ha intimato la neo-presidente a dimettersi. Addirittura Fabrizio Cicchitto ha minacciato che il PdL non prenderà parte per tutta la Legislatura alla Commissione. Rosy Bindi, difesa dal segretario del PD Guglielmo Epifani, ha detto che cercherà di risanare le fratture ma anche che non ha intenzione di dimettersi.

Intanto da New York, l'ex Procuratore Nazionale Antimafia ed attuale Presidente del Senato Pietro Grasso, ha chiesto che la Commissione entri in servizio nonostante le diatribe interne, poiché in realtà essa doveva cominciare il suo lavoro di lotta alla mafia già da qualche mese.

Fonti[modifica]