San Marino RTV si appella all'UER

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 23 marzo 2020 L'emittente radiotelevisiva sammarinese ha annunciato di essersi appellata all'Unione europea di radiodiffusione, con il sostegno di altre emittenti, per chiedere la posposizione dell'Eurovision Song Contest 2020 invece della sua cancellazione. Già nei giorni scorsi il direttore generale dell'emittente, Carlo Romeo, aveva ipotizzato come fosse preferibile lo spostamento della manifestazione verso la fine dell'anno, magari a settembre, tirando in ballo il lavoro e gli sforzi profusi sia dalle emittenti che da cantanti e autori stessi. Inoltre lo stesso Romeo sosteneva che la televisione, e in generale il mondo dello spettacolo, devono avere la funzione di "dare un segnale di sopravvivenza, di ritorno alla vita".

L'UER ad onor del vero si era già pronunciata su questa ipotesi sostenendo che non ci sarebbe stato abbastanza tempo per organizzare l'edizione successiva, visto che per iniziare i preparativi bisogna attendere la proclamazione di un vincitore, e quindi il termine della manifestazione.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Eurovision Song Contest 2020.