Scandalo per la Bushell, la spogliarellista politico

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 28 agosto 2007

Oggi il giornale scandalistico inglese The Sun ha pubblicato un'intervista a Myrna Bushell, 38 anni, dallo scorso maggio consigliere in un consiglio comunale della contea del Devon. La donna era finita a luglio su tutti i giornali britannici dopo la scoperta della sua doppia vita: di giorno impiegata comunale, la notte spogliarellista sotto lo pseudonimo di Jessica. Una storia che ricorda il film francese Bella di giorno in cui la protagonista, Séverine Serizy (interpretata da Catherine Deneuve), si prostituiva di giorno per rimediare ai problemi sentimentali con il marito.

Al contrario della finzione cinematografica la Bushell spiega ai giornalisti che i suoi striptease le permettono in realtà di passare più tempo in compagnia di sua figlia di 5 anni, Holly. Nel recente articolo tuttavia vengono smentite le dichiarazioni fatte precedentemente dal consigliere. Infatti quando venne alla luce la storia ella dichiarò che le foto osé che la ritraevano appartenevano al passato mentre invece nel Sun mette in mostra gli abiti con cui usualmente effettua le sue performance.

Le foto, pubblicate su un sito web con cui ha lavorato, sono allegate dal prezzario: si parte da 95 sterline per un semplice strip in lingerie, per poi salire a 110 per un topless, fino ad arrivare a 125 per lo spogliarello completo in 15 minuti e 160 per il bis.

Myrna, che in un primo momento aveva affermato di aver lavorato per il sito citato «nei tre anni precedenti alla mia elezione», al quotidiano britannico afferma che continua a lavorare in quel campo, arrivando a guadagnare fino a 195 sterline per un nudo completo, partendo da un costume sexy da infermiera, accompagnato da una lap dance.

Alle accuse risponde dichiarando che al primo posto della sua vita c'è sempre la politica. Ma a Bideford i cittadini l'accusano di aver nascosto la verità. Tre suoi colleghi nel partito liberale hanno abbandonato la poltrona scandalizzati dal secondo mestiere della donna.

In realtà Myrna gestiste un negozio in compagnia del marito trentaquattrenne Mel. Dalle elettrici rimane comunque nota per il nome d'arte che le è stato affibbiato: "The Devon Lady".

Fonti[modifica]