Sciagura ferroviaria in Belgio: almeno 25 i morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 15 febbraio 2010

Mappa con il luogo dell'incidente

Buizingen (Belgio) - È di una ventina di morti (18 accertati, ma si parla di almeno 25-28) e di oltre 150 feriti (di cui almeno una decina in gravissime condizioni) il bilancio provvisorio di uno scontro fra treni di pendolari verificatosi alla porte di Bruxelles.

L'incidente è avvenuto intorno alle 8.30 del mattino, quando, all'altezza della località di Buizingen, nei pressi della stazione di Halle (a circa 20 km dalla capitale), un treno proveniente da Quiévrain e diretto a Liegi, che viaggiava con circa dieci minuti di ritardo, ha impattato frontalmente con un altro treno, proveniente da Lovanio e diretto a Gravenbrakel. A bordo dei due convogli, viaggiavano tra le 250 e le 300 persone, per lo più pendolari che si stavano recando al lavoro e molti dei quali avevano scelto il treno al posto dei mezzi propri per via del maltempo.

Al momento dello schianto, nella zona si stava infatti abbattendo una fitta nevicata. L'incidente pare tuttavia non sia da mettere in relazione con le avverse condizioni meteorologiche.

I soccorritori hanno dovuto provvedere anche a delle amputazioni sul posto per estrarre alcuni dei feriti dalle lamiere contorte. Per le prime cure, si sono mobilitati 14 ospedali della zona.

L'incidente ha interrotto i collegamenti ferroviari internazionali con Bruxelles.

Secondo il governatore del Brabante Fiammingo Lodewijk de Witte, l'incidente sarebbe da imputare al macchinista del treno proveniente da Lovanio, che non avrebbe rispettato il segnale di stop.

Fonti[modifica]