Scoperto il gene della depressione

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 6 agosto 2007

On the Thresold of Eternity di Vincent Van Gogh. Opera considerata simbolo della depressione sofferta dall'artista

Sembra essere stato identificato un gene avente un ruolo fondamentale nell'insorgenza della depressione, malattia le cui cause non sono ancora state determinate con precisione. La scoperta è avvenuta grazie alle ricerche di un team internazionale dell'università spagnola di Granada

A capo del team che ha condotto lo studio, operante in seno al dipartimento di medicina legale, tossicologia e psichiatria della facoltà di medicina dell'università, vi sono i ricercatori Jorge Cervilla Ballesteros, che ha di recente pubblicato un libro sulla depressione, e Blanca Gutiérrez Martínez.

In base ad uno studio denominato PREDICT-Gene, sembrerebbe che il gene transporter della serotonina, uno dei neurotrasmettitori più importanti, possa predisporre alla malattia in particolare quando essa è causata da eventi minacciosi che hanno coinvolto l'individuo. Sebbene le cause della depressione non siano certe, si ritiene che a determinare l'insorgenza della malattia intervengano sia fattori genetici che fattori ambientali. In questo caso, un particolare allele del gene, denominato s/s, pare essere in relazione con il rischio di essere soggetti a depressione a seguito di cosiddetti eventi minacciosi.

Una delle possibili applicazioni dei dati raccolti è costituita dalla possiblità di definire una terapia di tipo farmacologico costruita su misura del paziente, in base alla sua predisposizione genetica alla malattia.

La notizia è stata pubblicata su Molecular Psychiatry, rivista che fa capo alla rinomata Nature e che raccoglie studi sulle origini biologiche e chimiche dei problemi psichiatrici.[1].

Note[modifica]

  1. [EN] J.A. Cervilla et al.. «The risk for depression», da Molecular Psychiatry, 2007

Fonti[modifica]